Guida alla Spagna

Spanish flagLa Spagna confina con Francia, Gibilterra e il principato di Andorra, oltre al suo vicino della penisola iberica, il Portogallo, con il quale condivide il confine ininterrotto più lungo dell'Unione Europea, che misura 754 miglia (poco più di 1200 km).

Informazioni sulla Spagna

Con una popolazione di circa 46 milioni di persone, la Spagna si è unita all'Unione Europea nel 1986, ed è un membro della Zona Euro. I territori spagnoli includono le isole baleariche di Maiorca, Ibiza, Minorca e Formentera nel Mediterraneo e le 13 isole che compongono l'arcipelago delle Canarie, le cui isole principali e più vaste sono Tenerife, Fuerteventura, Lanzarote e Gran Canaria.

Prenota un traghetto per la Spagna

Il territorio continentale della Spagna e le sue isole sono serviti da diversi operatori di navigazione. I traghetti che partono dal Regno Unito verso la Spagna settentrionale sono gestiti da Brittany Ferries, che salpano da Portsmouth con direzione Bilbao e Santander, e da Plymouth a Santander. DFDS LD Lines salpano da Poole nel Regno Unito con destinazione Santander e Gijon, oltre a servizi da Gijon e Rosslare in Irlanda e Saint-Nazaire in Francia. Grimaldi Lines fornisce attraversamenti tra la Spagna e il territorio italiano oltre alla Sardegna, e gli operatori spagnoli Balearia e Acciona Transmediterranea offrono una serie di servizi di traghetto tra il territorio continentale spagnolo e le Baleari, le Canarie e le coste settentrionali dell'Africa.

Informazioni per i conducenti

Esiste un numero di requisiti per i veicoli che si applicano a corrieri, conducenti di furgoni, autisti di camion e tir che devono essere rispettati durante il transito in Spagna. E' obbligatorio portare la carta verde dell'assicurazione, i documenti originali di registrazione del veicolo o contratti di noleggio o leasing e i documenti che comprovano la revisione del mezzo. E' inoltre obbligatorio esporre adesivi della nazionalità e dei limiti variabili di velocità sul retro del veicolo. Dato che le cauzioni penali delle compagnie assicurative non sono una pratica comune, è necessario avere un numero di assistenza 24 ore su 24 dalla compagnia di assicurazioni in caso di incidente. Dato che la Spagna è uno stato UE, non sono necessari permessi, ma è obbligatorio portare con sé una copia certificata dell'autorizzazione comunitaria per la compagnia (Licenza Internazionale per gli Operatori). Alcune strade spagnole richiedono il pagamento di un pedaggio, che varia in base agli assi del veicolo. Maggiori informazioni sulle strade a pagamento e sui piani agevolati per l'A2, A7, A17 e A19 sono disponibili rivolgendosi a:

Asociacion de Sociedades Espannnolas Concesionarias de Autopistas,Tuneles,Puentes y Vias de Peaje – ASETA

Estebanez Calderon 33B

28020 Madrid SPAIN

Tel: 00 91 571 6258/59/60

Email:aseta@aseta.es

Web: www.aseta.es

Tutti i veicoli che transitano in Spagna hanno un limite di 4 metri di altezza e 2,55 m di larghezza (2,6 per veicoli refrigerati). Per quanto riguarda le limitazioni alla lunghezza, i veicoli rigidi non possono superare i 12 metri, gli autoarticolati 16,5 m e i road train 18,75 m. I limiti di peso dipendono dal numero e tipo di assi del veicolo. I mezzi rigidi a due assi sono limitati a 18 t, e i tre assi a 25 t. Nel caso l'asse motore abbia ruote gemelle con sospensioni pneumatiche, i limiti aumentano rispettivamente a 26 t e 31 t. Gli autoarticolati a 3 assi hanno un limite massimo di peso di 28 t, i 4 assi di 36 t (38 se l'asse motore ha ruote gemelle con sospensioni pneumatiche), mentre i 5 e 6 assi hanno un limite di 40 t. I road train devono rispettare le stesse limitazioni di peso indicate per gli autoarticolati a 4 e 5/6 assi.

Qualsiasi veicolo che superi le dimensioni indicate deve richiedere un permesso a:

Ministerio de Transportes Turismo y Communicaciones

Direccion General de Transportes Terrestres

Seccion de Autorizaciones Especiales de Circulacion

Plaza de San Juan de la Cruz

28003

Madrid

SPAIN

Tel: 00 34 91 597 7714

Qualsiasi veicolo che necessiti di muovere un carico più largo di 3 metri deve richiedere un ulteriore permesso dallo stesso ente, che include la scorta e i permessi di movimento.

Limitazioni al Movimento Merci

Il movimento merci per veicoli superiori alle 7,5 t è ristretto lungo tutta la Spagna su un numero di strade durante la domenica e i giorni festivi – 1 gennaio, 6 e 7 gennaio, giovedì e venerdì Santo, 1 maggio, 15 agosto, 12 ottobre (festa nazionale), 1 novembre e il 6, 8 e 25 dicembre. I veicoli che trasportano merci deperibili sono esenti da tali restrizioni. La Spagna fa parte dell'accordo ADR per il trasporto di merci pericolose; è utile ricordare che il trasporto di tali merci non è permesso la domenica e durante i giorni festivi dalle 8 alle 24, e durante i giorni prefestivi dalle 13 alle 24.

E' essenziale che gli autotrasportatori siano al corrente delle restrizioni in vigore in Spagna, dato che oltre ai giorni festivi nazionali esistono altri 22 giorni durante l'anno in cui ci possono essere delle limitazioni dovute a giorni festivi regionali. Le multe per le infrazioni possono essere piuttosto salate, così come la non conformità alle norme sui trasporti in vigore nel paese. La spesa parte da 91€ per l'uso del telefono cellulare durante la guida (esclusi i dispositivi hands free), si passa a 300€ se non si è in grado di produrre la documentazione obbligatoria e si arriva a 4600€ per violazioni del tachigrafo. Queste multe sono effettuate sul momento e non potrebbero indicare la somma totale da pagare, che è in seguito determinata da una successiva udienza di tribunale.

Corrieri, autisti di furgoni, autotrasportatori e conducenti di tir devono inoltre assicurarsi di avere con sé i seguenti oggetti quando guidano in Spagna: due giubbini ad alta visibilità con due strisce riflettenti, un triangolo di emergenza, convertitori per i fari, un kit di lampadine di ricambio, un kit di primo soccorso, se applicabile un paio di occhiali o di lenti a contatto di riserva, e se il veicolo supera il PTT di 20000, è obbligatorio trasportare due estintori a polvere da 9 kg. Durante il rifornimento, i conducenti devono assicurarsi che il motore e tutte le attrezzature elettriche siano spente, inclusi i telefoni cellulari. E' inoltre vietato parcheggiare con il veicolo contrario al senso di marcia della corsia.

I limiti di velocità in Spagna variano a seconda del tipo di strada e delle dimensioni del veicolo. Corrieri e furgoni sotto le 3,5 t PTT non devono superare i 120 km/h in autostrada, 90-100 km/h su strade aperte o a due corsie, e 50 km/h in centri cittadini e zone abitate. Camion e autoarticolati sono limitati a 50 km/h nei centri abitati e in zone edificate, 70-80 km/h su strade a uso generale e superstrade e 90 km/h in autostrada. I road train hanno ulteriori limitazioni in autostrada fino ad un massimo di 80 km/h. In caso di scarsa visibilità a causa di nebbia o pioggia la velocità massima su qualunque tipo di strada è di 50 km/h. Nel caso di trasporto ADR tutti i limiti sono ulteriormente ridotti di 10 km/h.

In caso di emergenza, chiamare il 112 per la polizia, i vigili del fuoco o l'ambulanza e 062 per la Guardia Civil.

Coloro che viaggiano in Spagna sono invitati ad essere molto vigili a causa dei rischi terroristici, di finti ufficiali di polizia, di pirati della strada e clandestini dall'Africa in cerca di un passaggio. E' consigliato prestare massima attenzione a individui che indicano difetti al veicolo. Nel caso siate fermati e abbiate dei dubbi sulla genuinità degli pubblici ufficiali, tenete chiuse le portiere del veicolo e chiamate lo 062 o il 112 e richiedete la verifica dell'identificazione del veicolo che vi ha fermato.

Per ulteriori linee guida e consigli i contatti sono:

Ministero dei Trasporti Spagnolo - www.fomento.es

Autorità Stradale Spagnola - www.dgt.es

Associazione degli Autotrasportatori Spagnoli - astic@astic.es

Traghetti merci - Cerca e prenota

Ven, 19 Apr 2019
Sab, 20 Apr 2019
Hai bisogno di aiuto?